In posa per un ritratto

IN POSA PER UN RITRATTO
2008, Olio su tela, 130x80cm

Interno Illuminato

INTERNO ILLUMINATO
2024, Olio su board, 40x40cm

Interno con figura

INTERNO CON FIGURA
2009, Olio su tela, 100x100cm

Interno di Primavera

INTERNO DI PRIMAVERA
2024, Olio su board, 40x40cm

La tavola imbandita

LA TAVOLA IMBANDITA
2011, Olio su tela, 60x80cm

Salotto Blu

SALOTTO BLU
2023, Olio su tavola, 70x50cm

Scorcio d'Interno

SCORCIO D'INTERNO
2023, Olio su tavola, 120x100cm

Stazione di sosta nel cammino della giornata

STAZIONE DI SOSTA NEL CAMMINO DELLA GIORNATA
2008, Olio su tela, 120x110cm

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

A fronte del Regolamento UE 679.2016 vi chiediamo di inserire i vostri dati previa visione dell'informativa specifica e dei diritti che potete esercitare. Il conferimento e il trattamento dei vostri dati personali sono necessari per il contatto con Sist’Art Gallery.
L'informativa completa e maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali sono reperibili qui.
Per l'esercizio dei diritti previsti dal nuovo Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali potrai, in qualsiasi momento, inviare una mail all'indirizzo gallery@sistart.org.

MINOTTO

Raffaele Minotto

Raffaele Minotto è un artista italiano, nato a Padova nel 1969.
Frequenta l’Accademia di Belle Arti di Venezia, dove si diploma nel 1991. Si dedica alla pittura, all’incisione, attraverso le tecniche di acquaforte e puntasecca, e anche al disegno.
I suoi soggetti prediletti sono scene riprese dalla vita quotidiana che raffigurano persone comuni in luoghi comuni e visioni di interni che ricordano sfarzosi palazzi veneziani.
Lo stile di pittura è unico nel suo genere e risulta essere un mix di tecniche e di riferimenti: da una parte si possono notare pennellate veloci e macchie di colore molto denso che riprende dagli Impressionisti e dai Post Impressionisti come Van Gogh; dall’altra, soprattutto negli interni, è presente uno studio attento e approfondito della luce, che ha in Caravaggio il più grande maestro. Inoltre il suo modo di dipingere, soprattutto per quanto riguarda la resa degli spigoli e dei raggi luminosi, risulta essere molto influenzato dalle tecniche incisorie: linee decise, perfettamente rettilinee, che sembrano quasi tagliare lo spazio e la tela.

Minotto è un artista dii caratura internazionale, dal 1995 partecipa a mostre collettive e personali in Italia e in Europa; ha preso parte a importanti fiere in Italia, Europa, Stati Uniti e Asia.
Nel 2009 è stato selezionato per “Contemplazioni”, una esposizione curata da Alberto Agazzani che faceva il punto sulla pittura italiana contemporanea.
Nel 2011 è stato invitato ad esporre alla 54° Biennale d’Arte di Venezia, nella Sezione Regionale Veneto.
Nel 2017 gli è stata dedicata una puntata de “TG5 Arti-Impressioni su tela”, una rubrica di Canale 5 incentrata sul mondo dell’arte, nella quale l’artista ha rilasciato anche una intervista.

Il segno e il colore, il carboncino, le paste colorate. I mezzi si mescolano e si sovrappongono: formano la sintassi dell’immagine, la pittura.